DIREZIONE
SCIENTIFICA
RICERCA
BIOMEDICA

COMITATO
DI
ETICA
FORMAZIONEBIBLIOTECA
CENTRO DI
BIOETICA E
GOVERNANCE

NUCLEO
CONSENSO
INFORMATO
PROPOSTE
CULTURALI

AGENDA

DOCUMENTI
ISTITUZIONALI

GOVERNANCE
DEL
CONSENSO

TAVOLO
MINORE
   

Tavolo per una buona pratica informativa con il Minore e il Minore Maturo

Storia, scopi, priorità

Nell'ambito del progetto "Il consenso in corsia" e delle attività di promozione di una buona pratica informativa da parte del Nucleo permanente per il Consenso Informato si è sviluppato con le Unità Operative di ambito pediatrico della Fondazione un "Tavolo per una buona pratica del consenso informato con il minore e il minore maturo". La questione del coinvolgimento del bambino e, in misura particolarmente delicata, dell'adolescente nei processi di informazione e consenso alle cure rappresenta una sfida importante per la pratica clinica dei professionisti che operano in ambito pediatrico. Tanto le evoluzioni recenti del Diritto a livello nazionale ed internazionale, quanto il dibattito bioetico e, ancor più, la pratica clinica quotidiana segnalano ormai con forza crescente la necessità di tutelare a pieno il diritto all’autodeterminazione del minorenne nelle scelte rilevanti che lo riguardano, incluse dunque quelle in ambito sanitario. Ad oggi, tuttavia, ad eccezione di alcuni definiti contesti clinici, la Legge italiana non prevede per il minorenne alcuna possibilità di accedere liberamente alle cure né, al pari, di rifiutarle o contrastare liberamente la volontà degli esercenti la potestà genitoriale. D’altra parte medici e psicologi sono tenuti per doveri deontologici a coinvolgere direttamente bambini e ragazzi nel percorso di cura. Ciò significa spesso muoversi in un terreno in cui il rapporto tra il personale sanitario, il paziente e i suoi genitori deve conoscere forme specifiche di articolazione tali da garantire contemporaneamente la tutela delle norme di legge e dei principi etici.

Il tavolo vuole, dunque, costituirsi come luogo di incontro attorno al quale raccogliere riflessioni, testimonianze e bisogni emergenti da parte di professionisti esperti che, nell’ambito della quotidiana esperienza con i minori, si confrontino con le criticità del tema in oggetto, sulla scorta della propria pratica professionale e in particolare del lavoro sviluppato nell'ambito del progetto “Il consenso in corsia”, ricercando il confronto con tutti gli attori in gioco.

Proprio a completamento del suddetto progetto e in sinergia con l’attività del Nucleo permanente per il Consenso Informato, il tavolo nasce con l'obiettivo di promuovere una condivisione di buone pratiche informative e comunicative in équipe, mirando anche ad integrare la Linea guida per la buona pratica del consenso informato in vigore in Fondazione con un capitolo specificatamente dedicato all'informazione con il minore e il minore maturo.

 

STORIA, SCOPI, PRIORITÀ
MEMBRI
E
CONTATTI